6 suggerimenti per ingaggiare i tuoi utenti Facebook

6 suggerimenti per ingaggiare i tuoi utenti Facebook

2 3126
ingaggiare i tuoi utenti Facebook

Su Facebook non è tanto il numero di amici a fare la differenza, quanto il livello di engagement ovvero di coinvolgimento, ingaggio, attivazione di questi!

Alcune volte capita di imbattersi in pagine ufficiali Facebook con qualche migliaio di fan, con 2 o 3 messaggi pubblicati ogni giorno… ma con rarissimi commenti e condivisioni. Allo stesso modo, capita di visitare fanpage con numeri molto più ridotti di partecipanti, ma estremamente attive, con persone che chiacchierano, condividono, contribuiscono. A tuo avviso quale delle due fanpage avrà un miglior ritorno di marketing e reputation?

Risposta scontata… meglio pochi, ma buoni 😉

Buddy Media, famosa società americana di social media marketing, ha condotto una ricerca sulle rispettive pagine ufficiali Facebook di 200 clienti di grandi marchi per un periodo di due settimane. I risultati sono stati presentati nel report Strategies for effective facebook wall posts pubblicamente disponibile su SlideShare

 

Tra le metriche esaminate vi sono commenti, likes e condivisioni. Qui di seguito riporto i principali esiti della ricerca, semplici strategie e tattiche per provare ad aumentare il coinvolgimento degli utenti della tua pagina ufficiale

  1. i messaggi lunghi 80 caratteri al massimo hanno ottenuto un tasso di risposta e coinvolgimento superiore del 27% a quelli più lunghi di 80 caratteri,
  2. ciò nonostante, solo il 19% di post analizzati rispettava tale lunghezza (evidenziando quindi una forte tendenza ad eccedere nel testo),
  3. i gestori di pagina ufficiale che hanno postato (o programmato la pubblicazione) messaggi al di fuori delle ore di lavoro hanno ottenuto tassi di engagement più alti del 20% rispetto a chi ha postato durante le ore di lavoro,
  4. al di là dei settori dei 200 marchi analizzati, tendenzialmente postare giovedì e venerdì otteneva un ingaggio più alto del 18% rispetto agli altri giorni della settimana,
  5. durante il lunedì ed il mercoledì perdevano il 3,5% di efficacia rispetto alla media, il sabato addirittura il 18%,
  6. i messaggi che terminano con una domanda (che ingaggia il lettore) hanno ottenuto il 15% in ingaggio in più rispetto ai messaggi che chiudevano senza alcuna domanda, né chiamata all’azione.

Fra i risultati sorprendenti rispetto a quanto ci si potrebbe aspettare, i messaggi che includevano URL complete avevano tassi di coinvolgimento tre volte superiore a messaggi che contenevano URL abbreviati (come con TinyURL). Ciò in quanto la URL completa informa il lettore sul sito web a cui verrà rediretto e riporta anche alcune parole chiave nel link utili a contestualizzare il tipo di contenuto che si ritroverà a navigare… insomma, maggior trasparenza ed affidabilità rispetto ad un link del tipo http://tinyurl.com/kswwg35 (dove andrà?!? eheheh 😉 )

Altro spunto: chiedere esplicitamente ai fan di cliccare “I like” o di condividere il post aumenta sensibilmente il tasso di coinvolgimento ed attivazione. Per la serie… basta chiedere 😛

La ricerca è stata svolta principalmente con marchi americani quindi è ovvio che i 6 suggerimenti possono risentire di aspetti culturali differenti rispetto a quanto riscontriamo qui in Italia. Lo spunto rimane comunque valido:

varia modi, tempi e tipi di pubblicazione dei post sulla tua fan page e monitora i riscontri che ottieni… trova la tua miscela più performante!

Utilizza a go-go lo strumento Facebook Insight per monitorare le statistiche ed efficientare la tua azione.

Stando ad una ricerca di Blomming, piattaforma italiana di Social Commerce, il 40% delle vendite avviene via social media, di cui il 30% dalle condivisioni dei link su Facebook e il 10% da Twitter, Pinterest e YouTube.

Essere ben piazzati su Google è sempre positivo, ma le persone – sempre più spesso – effettuano le loro scelte di acquisto dopo interazioni social, acquisti narrativi e dialogici 😉

Anche per lo Psicologo, gestire una pagina ufficiale tematica su Facebook, che riesce a coinvolgere ed ingaggiare la propria nicchia di utenza target, rappresenta una risorsa di marketing strategica e preziosa in grado di convertire contatti generici in clienti ed invianti 😀

Lascia il tuo COMMENTO tramite Facebook 🙂

2 COMMENTS

  1. Grazie a te, Antonella, per il feedback 🙂
    Prova a sperimentare questi spunti ed a monitorare Facebook Insight… poi facci sapere 😉
    Buon lavoro
    Nicola

Leave a Reply