1 COMMENT

  1. ciao Nicola,
    io utilizzo linkedin da circa 3 anni e solo 3 anni fa non eravamo in tanti come oggi.
    Per quella che è la mia esperienza, trovo che LD sia molto utile alla costruzione del network in particolare tra manager d’azienda e/o comunque tra professionisti che ruotano attorno al mondo dell’impresa, ivi inclusi gli psicologi che si occupano di organizzazione e people management.
    Pare che da poco anche psicologi che operano in ambito clinico stiano iniziando a coglierne le opportunità, che come suggerisci tu, possono essere legate all’ampliamento e alla gestione di reti intra e inter-professionali anche trasversali.
    La ricerca di personale (esclusivamente qualificato ovviamente) è sicuramente una delle tante applicazioni per LD e pare che effettivamente funzioni bene. Anche io ho reperito diverse candidature attraverso linkedin per conto di alcuni miei clienti.
    Questa è la mia esperienza in breve, mi auguro di aver contribuito.
    Un caro saluto
    Alessandro Raggi

  2. Salve, personalmente penso che chi lavora in ambito commerciale o finanziario (aziende, etc.) sono più abituate ad usare e a fidarsi del web rispetto a realtà che operano nel clinico o nel sociale: difficilmente una cooperativa, per esempio, trova un collaboratore sul web semplicemente per il fatto che in quest’area forse conta più vedere la persona in faccia che non il curriculum, così anche pazienti che cercano lo psicologo perchè hanno un problema. Contrariamente a questo un social network professionale può aiutare ad incrementare la rete di collaborazione con altre professionalità: secondo me facebook, per esempio, sta diventando troppo “frivolo”, troppo poco professionale e quindi poco credibile per questo scopo. Personalmente credo che mi iscriverò al social network anche perchè comunque nel lavoro dello psicologo vale la regola “tentar non nuoce”!!!
    Rachele

  3. Buongiorno Nicola,
    sono iscritta a LinkedIn e lo utilizzo sia per mantenere e costruire un network professionale sia per i gruppi di discussione, dove spesso si possono avere confronti e scambi utili per la propria crescita professionale ed essere informati anche su diverse iniziative territoriali. Precedentemente utilizzavo Viadeo, a cui sono tuttora iscritta, ma trovo più funzionale LinkedIn.
    Poi, come ogni strumento o socialnetwork, l’utilità dipende sempre dall’uso che se ne fa…
    Buona giotnata e buon lavoro
    Raffaella Toniolo

  4. Ciao Nicola,
    utilizzo LinkedIn da tre anni e sono arrivata alla conclusione che sia uno strumento per espandere il proprio network, tenendo conto che molti iscritti sono solamente iscritti e non partecipanti (più o meno attivi). Diventa particolarmente interessante per quanto riguarda la pubblicazione di articoli sulle risorse umane, solitamente molto realistici anche se spesso riguardano realtà mondiali (nazionali un po meno…).
    Proposte di lavoro non ne ho mai ricevute, solamente stage sottopagati e senza minime prospettive di inserimento, dunque molto sterili. Dura vita soprattutto per gli psicologi del lavoro!
    Buona gionata e buon lavoro.