6 consigli per avviare il vostro sito web di Psicologia

6 consigli per avviare il vostro sito web di Psicologia

1 1463
6 consigli per avviare il vostro sito web di Psicologia

Oramai non si tratta di decidere se stare o non stare su Internet. Oggi la scelta è tra starci in modo improvvisato o starci in modo strutturato e professionale ;)

Un sito web professionale, per lo psicologo, rappresenta un investimento sicuro in termini di promozione della propria attività lavorativa… a patto che venga impostato e gestito in modo funzionale.

In questo post tenterò di presentarvi un elenco (non esaustivo) di consigli utili ad avviare il vostro sito web di Psicologia.

 

1. Chi servite. Cosa offrite

Tutto parte da qui! Qual’è l’utenza che intendete agganciare e servire? Che problemi hanno da risolvere? Quali desideri desiderano realizzare? Per quali motivi si mettono su Internet a cercare/leggere/seguire il vs sito web? In cosa gli sarà utile e prezioso? Perché vi adoreranno e seguiranno? Perché sceglieranno voi e non altri, cosa avete di speciale rispetto a tutti gli altri siti web?

Questo lavoro di pianificazione strategica può richiedere molto tempo ed energie, personalmente offro consulenza ai professionisti, non è banale come lavoro, ma è assolutamente necessario perché da qui partono poi tutte le successive azioni :)

 

2. Dominio e Hosting

Innanzitutto serve avere un dominio, ovvero l’indirizzo del sito web, ad es. www.nomecognome.it. E poi necessita avere uno spazio web che ospiti (to host, hosting) i file ed i contenuti del sito web.

Esistono soluzioni gratuite come https://it.wordpress.com/ che vi permettono di aprire facilmente il vostro sito web con una formula tipo http://nomecognome.wordpress.com. Dovete registrarvi con username e password, scegliere il dominio e cominciare ad impostare il vostro sito web di Psicologia.

Il bello è che non si paga nulla. Il brutto è che avrete un dominio NON PROFESSIONALE ed una dotazione di strumenti, funzioni e grafiche limitata a quella che vi viene messa a disposizione.

Personalmente consiglio soluzioni professionali a pagamento!

Con circa 30€ l’anno potete acquistare dominio e hosting (quindi www.nomecognome.it) su provider come Aruba.it, ServerPlan.com, ecc… Potete così avere un dominio proprietario e piena libertà di impostazione e sviluppo del sito web.

Una volta acquistati dominio ed hosting vi consiglio di installare WordPress, un opensource gratuito molto flessibile e potente. Se non siete in grado, potete trovare qui offerte di realizzazione di sito web per psicologi :)

La scelta del dominio deve essere effettuata in funzione del primo punto.

 

3.  Grafica

L’abito non fa il monaco? ERRATO! Soprattutto su Internet, dove gli elementi utili a valutare un’offerta sono minori, la qualità grafica è uno degli ingredienti di cui il visitatore terrà conto per crearsi un’idea di voi come professionista, della vostra competenza e della credibilità della vostra offerta professionale.

ThemeForest è sicuramente il miglior sito web in cui trovare template professionali per WordPress a costi abbordabili. Anche qui, se non avete nessuna competenza tecnica, valutate se chiedere info per creazione sito web psicologia

 

4. Investite su contenuti di qualità!

WordPress mette a disposizione paginepost. Le pagine gestiscono i contenuti fissi, come ad esempio il “Chi Sono”, la pagina “Contatti”, le pagine con i “Servizi”, ecc… I post gestiscono invece i flussi redazionali, sono gli articoli come questo che stai leggendo.

Le persone sempre più arrivano ad effettuare scelte di acquisto attraverso la lettura di contenuti. Le strategie di content marketing sono fondamentali. Produrre e diffondere contenuti di qualità, utili ed interessanti per l’utenza che intendete servire vi sarà necessario per sviluppare reputation, per agganciarla e per continuare a conversarci, per diventare… colei/colui che verrà in mente quando saranno pronte ad acquistare il servizi psicologico.

Fate attenzione a scrivere contenuti adatti al web e comprensibili per la vostra utenza. Vi segnalo questo sito web che è una preziosa miniera per cominciare ad approfondire: http://www.mestierediscrivere.com/

 

5. Rispettate le norme

Alcune dritte:

  • se professionista, inserite la P.IVA in fondo al sito web. Lo prescrive l’articolo 35 del D.P.R. 633/72, e successive modificazioni,
  • inserite il banner o la comunicazione che notifica l’utilizzo dei cookies. Un buon plugin wordpress che uso è Cookie Law Info,
  • se raccogliete email, mettete l’autorizzazione al trattamenti dei dati,
  • rivendicate il vostro copyright, rispettate il copyright altrui,
  • rispettate il Codice Deontologico degli Psicologi italiani

 

6. Divertitevi, sperimentate, insistete!

I risultati non arrivano subito, quindi non perdete tempo e cominciate la vostra avventura redazionale online.

Cercate la vostra voce, il vostro stile, i vostri tempi e modi. Studiare, curiosate, sperimentate, analizzate e riprovate. Divertitevi, anche all’inizio quando riuscirà difficile scrivere i primi post, quando scriverete cose che non troveranno immediato riscontro. Sono comunque occasioni di sistematizzare conoscenze, pensieri, di fare esperienza, di impratichirsi, farsi conoscere, confrontarsi.

Non cercate la perfezione, nessuno se l’aspetta. Cercate la qualità, semplice, ciò che è utile per il lettore che intendete servire. Siate disponibili, umani, creativi. Verrete ripagati :-D

 

 

 

 

Lascia un tuo commento

Lascia un commento ed avvia la discussione :)

Notify of
avatar

wpDiscuz