Festival Psicologia 2017: sarà “Viaggio nelle Emozioni”

Festival Psicologia 2017: sarà “Viaggio nelle Emozioni”

0 2199
Festival Psicologia 2017: sarà “Viaggio nelle Emozioni”

Un viaggio nel mondo delle emozioni lungo cinque giorni, attraverso 9 eventi e in compagnia di oltre 40 ospiti provenienti dal mondo della cultura, delle istituzioni e dello spettacolo. E’ la formula del “Festival della Psicologia 2017: Viaggio nelle Emozioni”, l’evento organizzato a Roma dal 25 al 29 maggio dall’Ordine degli Psicologi del Lazio con il patrocinio di  Ministero della Salute,  Regione Lazio, Roma Capitale e Università “La Sapienza” di Roma.

Giunto alla sua terza edizione, l’appuntamento si svolgerà in diverse location e, come recita il titolo, consisterà in un “viaggio” alla scoperta dell’importanza delle emozioni nel nostro quotidiano: dal compimento delle scelte più ordinarie alla definizione della nostra identità, dall’individuazione dei nostri traguardi fino alla stessa percezione che abbiamo del mondo. Nel corso della manifestazione la dimensione emotiva sarà la chiave interpretativa per discutere di alcuni temi-chiave dei nostri tempi: le relazioni tra i sessi, le logiche della “post-verità”, le prospettive del web e le insidie per i minori, la “fuga” dal nostro paese o, più semplicemente, dai limiti del quotidiano. Si arriverà a toccare perfino il tema delle politiche pubbliche, con una tappa a Rieti in cui si discuterà dei modelli di convivenza nei luoghi colpiti dal sisma.

 

Mettiamoci in Viaggio

L’apertura della manifestazione sarà giovedì 25 maggio con Mettiamoci in viaggio (ore 21, Teatro Quirinetta). Con il viaggio la psicologia condivide, per costituzione, due ingredienti essenziali: la curiosità verso la conoscenza e il desiderio di trasformazione. La metafora del viaggio, appunto, sarà utilizzata per affrontare il tema del cambiamento e della realizzazione di sé: in termini lavorativi, esistenziali, creativi.  Se ne parlerà, tra gli altri, con Paolo Genovese, regista e sceneggiatore, Doris Zaccone, conduttrice di “Capital in the World”, Romano Benini, docente di Politiche del lavoro e autore de “Il Posto Giusto”, Massimo Dallaglio, giornalista e autore del portale “MolloTutto”, Anna Maria Giannini, docente di Psicologia presso la Sapienza – Università di Roma. A condurre la discussione saranno Nicola Piccinini, presidente dell’Ordine degli Psicologi del Lazio, e Pietro Stampa, vice-presidente dell’Ordine degli Psicologi del Lazio.

 

Emozioni in Rete

Venerdì 26 maggio lo sguardo si sposterà invece sul mondo dei giovanissimi con Emozioni in Rete” (ore 9, Teatro Marconi).  Il teatro può essere uno straordinario strumento di conoscenza di sé e dell’altro: la messa in scena di “Condividi?”, racconto delle esperienze di violenza psicologica e fisica vissute da due dodicenni, offrirà lo spunto per un dibattito sui temi del bullismo e del cyberbullismo, con la partecipazione attiva di oltre 200 ragazzi. Parteciperanno al confronto l’autrice del testo, Anastasia Astolfi, l’attore Fabio Gomiero, Costantino de Robbio, presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati Lazio, Samantha Luponio, avvocato civilista e coordinatrice del progetto “Educal”, le psicologhe e psicoterapeute  Vera Cuzzocrea e Olivia Pagano. La mattinata sarà coordinata da Nicola Piccinini, presidente dell’Ordine degli Psicologi del Lazio, e Anna Maria Giannini, docente di Psicologia presso la Sapienza – Università di Roma.

 

L’amore in piazza

Musica, lettere da recapitare, rose, sorprese e giochi. Questi saranno gli ingredienti  de L’amore in piazza (Ore 19, Piazza di Sant’Apollonia), rappresentazione ideata per restituire, in una dimensione ludica, corale e coinvolgente, i contorni di questa esperienza emozionale fondativa e multiforme, spazio dell’incontro tra sé e l’altro e, al contempo, territorio dei più profondi conflitti dell’esistenza.  A “condurre le danze” saranno Ottavio Rosati, psicodrammista e direttore della scuola “Plays”,  e i musicisti di “Ponentino Trio” . L’evento sarà replicato domenica 28 maggio a Campo de’ Fiori (ore 18).

 

Luoghi (e) Comuni

Il rapporto tra i cittadini e gli spazi abitati non è regolato unicamente da fattori strutturali ma anche da significati condivisi, emozionali, che definiscono tanto i luoghi che il loro tessuto relazionale. In questa dimensione, quali sono le implicazioni di un evento inatteso e devastante come il terremoto? E in quale direzione procedere per restituire coesione alle comunità colpite? A discuterne, con il supporto di una ricerca condotta in collaborazione con la Sapienza – Università di Roma, saranno sabato 27 maggio psicologi, rappresentanti istituzionali e ricercatori in Luoghi (E) Comuni (ore 10, Comando Polizia municipale, Rieti). Tra i partecipanti Simone Pietrangeli, sindaco di Rieti, Stefania Mariantoni, assessore alle Politiche sociali del Comune, Maria Antonietta di Gaspare, sindaco di Borbona, Saveria Teston, collaboratrice ITC presso il CNR, Federica Scappa, Operatrice culturale esperta in teatro sociale.  A condurre l’incontro sarà Viviana Langher, docente di Psicologia presso la Sapienza – Università di Roma.

 

Del Vincere e del Perdere

Sabato 27 maggio, in Del vincere e del perdere(ore 15, Villa Doria Pamphilj), un team di psicologi dello sport offrirà un quadro delle diverse dimensioni emotive attivate in occasione della pratica agonistica e non solo. La giornata sarà strutturata su tre momenti sequenziali: la prestazione individuale, basata su di un’esercitazione di tiro al bersaglio in cui, con l’ausilio di particolari strumentazioni elettroniche, verrà monitorato lo stato di benessere psicofisico dei partecipanti; la competizione collettiva, dove si lavorerà invece sulla tensione in gara tramite l’utilizzo di vogatori, assistiti dal gruppo sportivo Fiamme Gialle della Guarda di Finanza; l’esperienza amatoriale condivisa, strutturata su di un percorso in bicicletta intervallato da momenti di confronto e illustrativi del patrimonio della villa. A coordinare l’iniziativa sarà Paola Lausdei, psicologa e coordinatrice del gruppo di lavoro di psicologia e sport dell’Ordine degli Psicologi del Lazio.

 

Giochi di Ruolo

“Maschio o femmina?” A partire dalla nascita, la risposta a questa semplice domanda condizionerà ogni nostra azione, idea, relazione e progetto. Ma cosa vuol dire essere “uomo” e “donna” oggi? Siamo certi che gli schemi mentali e i confini consolidati attorno a questa dicotomia abbiano una consistenza concreta? A discuterne dal punto di vista sociologico, professionale, mediatico e culturale saranno nella serata sabato 27 maggio gli ospiti di Giochi di Ruolo (ore 21, Centrale Preneste): Piera degli Esposti, attrice, Annalisa Monfreda, direttrice di “Donna Moderna”, Maria Novella De Luca, giornalista de “la Repubblica”, Vincenzo Padiglione, docente di Antropologia presso la Sapienza – Università di Roma, Viviana Langher, docente di Psicologia presso la Sapienza – Università di Roma. La serata, condotta dalla psicologa e psicoterapeuta Paola Medde, sarà accompagnata inoltre dagli intermezzi di “Principesse e sfumature” di e con Chiara Becchimanzi.

 

Fake News. La bussola impazzita

Domenica 28 maggio si entrerà nelle pieghe del mondo dell’informazione, digitale e non solo, con “Fake news-La bussola impazzita” (ore 10, MACRO Via Nizza). In un’epoca ancora relativamente recente, la disgiunzione vero/falso trovava il suo fondamento nell’autorevolezza delle fonti e in sistemi di garanzia condivisi e riconosciuti. Con il web, e con la carica imponente e irreversibile dell’informazione policentrica, tutto è cambiato. Sono ancora utilizzabili, nel nostro presente, le categorie logiche, semiotiche, politiche, psicosociali di vero/falso, informazione/disinformazione, fatti vs opinioni? E come orientarci nel sovraccarico di dati, presente ma soprattutto futuro, senza il rassicurante riferimento delle forme di conoscenza che stiamo perdendo? Ne discuteranno Makkox, fumettista e coautore di “Gazebo”, Diego Fusaro,  filosofo e docente presso IASSP Institute, Francesco Costa, giornalista e vice-direttore de “Il Post”, Paolo Vinci, docente di Filosofia presso la Sapienza – Università di Roma, Alfonso Biondi, autore del sito web Lercio.it, Renzo Carli, docente di Psicologia presso la Sapienza – Università di Roma. L’incontro sarà condotto da Nicola Piccinini, presidente dell’Ordine degli Psicologi del Lazio, e Pietro Stampa, vice-presidente dell’Ordine degli Psicologi del Lazio.

 

Con leggerezza, ripartiamo

L’ultima tappa del festival sarà lunedì 29 maggio: Con leggerezza, ripartiamo (ore 21, Ambra alla Garbatella). Al centro della serata la modalità di pensiero forse più adatta a comprendere la natura, l’intensità, la congruenza o l’incongruenza delle nostre emozioni: lo “humour”.  Capace di mostrarci il “rovescio” delle cose, la loro verità nascosta, questa forma d’intelligenza, che trova nell’ironia la propria espressione più rappresentativa, appare essenziale per una conoscenza delle emozioni che sia anche piacere intellettuale e strategia generativa di cambiamento. Ne parleranno Sabina Guzzanti, attrice, Filippo Giardina, attore e autore comico, Massimo Bucchi, autore satirico, Gianni Montesarchio, docente di Psicologia presso la Sapienza – Università di Roma, Massimo Grasso, docente di Psicologia presso la Sapienza – Università di Roma, Pietro Stampa, vice-presidente dell’Ordine degli Psicologi del Lazio,  Nicola Piccinini, presidente dell’Ordine degli Psicologi del Lazio.

Per consultare il programma completo del festival è sufficiente visitare il sito ufficiale dell’iniziativa(www.festivalpsicologia.it)

Lascia il tuo COMMENTO tramite Facebook 🙂