CYBERBULLISMO: la posizione del Consiglio Nazionale Psicologi?

CYBERBULLISMO: la posizione del Consiglio Nazionale Psicologi?

CYBERBULLISMO: la posizione del Consiglio Nazionale Psicologi

Lo scorso 12 settembre ho pubblicato il post “Proposta di Legge al contrasto del cyberbullismo. La Psicologia NON c’è!” in cui segnalavo che nel testo di legge sul contrasto al cyberbullismo NON era presente nulla di inerente la Psicologia, gli psicologi, l’intervento psicologico.

Contestualmente ho subito inviato una email al Consiglio Nazionale Ordine Psicologi, alla Segreteria ed a tutti i Consiglieri, compreso il preSidente di tutti noi, dott. Fulvio Giardina.

contrasto-cyberbullismo

 

Il CNOP neppure mi risponde!

Era il 12 Settembre, sono ad oggi passati 10 giorni e neppure si sono disturbati a darmi un semplice riscontro, neppure una email automatizzata con la scritta “Ricevuto, ma ora non ci scassare più che abbiamo cose importanti a cui pensare, tipo gli ECM o la fondazione degli psicologi

Insomma, un Presidente di Ordine territoriale (il Lazio) scrive al preSidente di tutti noi, Fulvio Giardina, a tutti gli altri preSidenti territoriali di allertarsi come Consiglio Nazionale Ordine Psicologi… e neppure un cenno di vita sul pianeta

In compenso il 14 settembre, DUE GIORNI DOPO, pubbblicano questo post sulla fanpage Facebook del CNOP. Rilanciano in pratica un articolo de Il Sole 24 Ore sulla proposta di legge, con un commento copia/incolla, senza entrare minimamente nel merito, senza prendere posizione, senza esistere a tutela della professione e dei cittadini…

Lascio anche lì un commento in cui chiedo – non foss’altro che per buona creanza – di farmi sapere se intendono attivarsi o meno, che nel caso ci proviamo come Ordine Psicologi Lazio a proporre emendamenti… nulla, il silenzio assordante dell’impalpabile CNOP…

 

 

La stampa è più interessata del CNOP a cosa dicono gli psicologi!

Accade così di assistere al surreale paradosso: mentre il preSidente di tutti noi, Fulvio Giardina, e accoliti accodati non si curano minimamente di rispondere alla segnalazione, il Corriere della Sera riprende e rilancia il mio post nell’articolo “Cyberbullismo: la Camera approva. Ora la legge torna in Senato

 

cyberbullismo

 

Così come riprende le mie parole il giornalista Guglielmo Pepe nel suo blog su Repubblica.it. Per altro, esternazioni fatte nel mio blog personale e non uscite sotto forma di comunicato stampa ufficiale dell’Ordine Psicologi Lazio… giusto per sottolineare l’assenza di posizioni pubbliche del CNOP!

cyberbullismo-guglielmo-pepe-repubblica

 

Gli organi di stampa evidentemente hanno a cuore la questione, più dell’esecutivo del CNOP, tanto è che – come Ordine Psicologi Lazioci chiamano anche a Rai Uno – UnoMattina a parlare di questa legge sul cyberbullismo… oltre ad uscite che abbiamo fatto su testate cartacee regionali…

 

 

Che fare quindi?

Sono profondamente in imbarazzo, non saprei che fare oltre…

Quando chiedi gentilmente e ti metti a disposizione, tendenzialmente vieni ignorato.

Quando, di conseguenza, rilanci in modo più urlato e determinato chiedendo di darci un cenno di vita sul pianeta, verrai puntualmente attaccato, deriso, se non verbalmente aggredito.

O ancor peggio – come accaduto ai colleghi di AltraPsicologia – magari ti ritrovi denunce per presunta diffamazione con richieste danni di 200.000 eurini…

Lì, nel non-luogo CNOP, il surreale diviene reale… e presto vi racconterò della mirabolante Giornata Nazionale della Psicologia 🙂

 

 

Lascia il tuo COMMENTO tramite Facebook 🙂

6 COMMENTS

  1. Molto deludente, caro collega.
    Cosa pensare …cosa dire…..? E’ un vero paradosso: l’ordine nazionale e i relativi regionali dicono tanto a parole di tutelare la professione, ma a quanto pare….!.
    Mi chiedo: questo progetto di prevenzione e intervento al cyberbullismo da chi verrà svolto? da altre figure …chi? insegnanti? medici? tutti fuorchè psicologi …come spesso accade!
    Mi scuso se apro una parentesi…. La vogliono finire di offrire corsi di formazione e perfezionamento in materie psicologiche a tutti? Per esempio : corsi sui Dsa aperti a psicologi , medici, insegnanti….tutti sulla stessa barca! Cosi facendo la concorrenza si espande sempre più…. e oltretutto il risultato è poco professionale! Viene a mancare la competenza!
    Non ho parole. Siamo stanchi di assistere a un declassamento della nostra professione qui in Italia! Gli stessi Psicologi che avrebbero potere di decidere e agire làtitano……!
    Gentile collega….spero tanto si decidano a risponderti/ci!

  2. Forse risponderebbero se anche gli altri Ordini si facessero sentire….
    L’unione fa la forza….ma finchè sono sempre in pochi a esporsi…le cose non cambiano .
    Bravi comunque Ordine Lazio e Marche 🙂
    Tiziana

  3. sono scandalizzato e incazzato. Poveri giovani colleghi disoccupati
    Io lotto da solo da una vita e questa vicenda dimostra che lanostra condizione è ovviamente anche colpa nostra. E la cosa più grave è che anche tra noi colleghi c’è scarsa solidarietà…..i più più giovani a volte sono i peggiori

  4. Giovanni, personalmente non ne fare una questione di età anagrafica… c’è buono e cattivo tempo ed inizio ed a fine carriera/vita 😉
    Di certo spesso siamo prima di tutto noi a non attivarci, a non proporci, a non valorizzarci… salvo poi stupirsi se non ti considerano. E ci credo!

  5. avendo dato una scorsa alla proposta di legge, per onestà vorrei sottolineare che l’ho trovata talmente generale che mi risulta difficile immaginare di inserire riferimenti ad una professione specifica. ma naturalmente confido nelle ottime proposte dei nostri rappresentanti 🙂

Leave a Reply